Persona -workshop di autobiografia fotografica

E’ un workshop di ispirazione alla visione ed è pensato per chi ha già un po’ di dimestichezza con la macchina fotografica e vuole approfondire non l’immagine patinata da pubblicità ma quell’immagine di sè ( o dell’altro) intesa come espressione di una visione personale e irriproducibile, che fa emergere qualcosa di più profondo, più aderente e capace di esprimere l’anima che nelle persone regge tutto. il corso si corredo di incontri sul racconto di sè ( o dell’altro) indispensabili per poter arrivare al raggiungimento dell’immagine che verrà poi realizzata fotograficamente.

Il Workshop articola in due possibilità:

PERSONA SE’. “Vicino è solo il dentro ” R. M. Rilke

E’ volto a chi vuole realizzare con un autoscatto la propria immagine interiore o comunque un’immagine che sappia raccontare di noi qualcosa che solo noi stessi vediamo ma che sentiamo di significare sempre. E’ un corso di autobiografia attraverso il proprio ritratto ( così lontano dal concetto di ‘selfie’) e si articola in cinque appuntamenti ( con un massimo di cinque partecipanti) e va ad indagare dove questa immagine è riposta all’interno della nostra storia, la fa emergere fino a realizzarla figurativamente.

Persona

 

PERSONA ALTRO. ” “D’ora in poi non si dovrà più parlare di me ma delle cose per le quali io esisto” Nietzsche

Il Workshop si fa in tandem, in coppia, perchè prevede la partecipazione della persona Amata ( il fidanzato, la moglie, la figlia, il padre, l’amico ecc…) ed è un’indagine della sua immagine in noi. E’ volto alla realizzazione del ritratto della persona amata, ritratto fatto non solo attraverso il nostro sguardo ma di tutte le nostre relazioni verso di lei. Il compagno di viaggio, che è l’oggetto della contemplazione, partecipa a tutti gli incontri in silenzio, senza parlare se non ad immagine realizzata di fronte alla quale racconterà poi se setsso attraverso quella immagine. SI articola in cinque appuntamenti con un massimo di cinque coppie partecipanti.

MEDULLA

I greci dicevano che il dolore è un errore della mente.
E Medulla, ossia midollo, è un dolore, un dolore nero, un deliquio, che parte dal centro in cui si generano le cose ed è una intensa e minimale performance che si stringe sull’idea di perdono dall’errore, anche quando è un errore vitale che sporca inevitabilmente il bianco di noi col suo nero indelebile.
Il concept si tiene sull’esperienza che solo un altro da te può mettere fortezza intorno a un argine che hai rotto e che la materia psichica ha bisogno di defluire, di manifestare il suo oscuro, di piegare tutto e di rafforzarsi per il sostegno che la presenza di un altro opera.
Medulla manifesta la sua anima di sorellanza anche nell’oscuro, fino alle dinamiche del lavoro infatti la performance prende slancio da un’opera di Annalù Boeretto, una conchiglia enorme e bianchissima ( dal nome Nerea) , costruita per Tiziana Cera Rosco che ne ha composto poi il suono interno.
Entrambe sono impegnate fisicamente nell’azione performativa, quasi teatrale, che vede nel bianco e nero i colori dominanti della scena.

 

Pubblicazioni

Ha pubblicato i LIBRI:
La Creatura Ininterrotta (ed. cuoreinverso 2014)
Anatomia del Solo ( ed. cuoreinverso, gennaio 2014, milano)
Dio Il Macedone ( ed. Lietocolle 2009)
Il Compito ( ed. La Vita Felice, curato da Milo De Angelis 2008)
Lluvia ( ed Lietocolle 2006)
Il Sangue Trattenere ( ed. Atelier 2003)
Calco Dei Tuoi Arti (ed. Lietocolle curato da Giuseppe Conte e Giampiero Neri, 2003)
I suoi testi sono presenti in diverse antologie e tradotti in inglese, francese, spagnolo e portoghese.

E’ autrice del VIDEOPOEMA:
Non salvarti (Reggio FilmFestival, Reggio Emilia 2011) con musiche di Teho Teardo.

SCRITTURE PER VOCE SOLA :
Pasifae (Festival di Medellin, 2013, Colombia)
Così poco destino nei vostri sguardi (Teatro di Monfalcone, Monfalcone 2010)
Da chi vuoi ritornare? ( Festival di Edimburgo, Edimburgo 2009)
Segnata E Gli Idioti (Teatro Out Off in Contrasti Poetici, Milano 2009)
Demonio o del perdono ( Teatro Olimpico, Vicenza 2007)

SILLOGI INEDITE:
Esercizi Di Luogo
La Stessa Persona
Simultaneo Vivente